Prendersi cura dei capelli
prendersi_cura_dei_capell

Prendersi cura dei capelli

di Virginia Torriani

 

 

Tutti desiderano capelli lucenti e sani. Un aspetto “sempre al top” dipende da molti fattori: dai prodotti utilizzati a ciò che si mangia, da elementi esterni come l’ambiente e l’inquinamento fino ad agenti più profondi quali stress e sbalzi ormonali. Ecco la guida per prendersi cura adeguatamente dei propri capelli e ottenere la chioma che avete sempre sognato.

 

 

  1. Conosci il tuo tipo di capelli

Per prima cosa occorre mettere a fuoco le caratteristiche, e di conseguenza le esigenze, dei propri capelli. In termini generali i capelli si possono suddividere in 3 tipologie:

  • Capelli lisci. Sono i meno inclini ai danni, ma tendono ad ingrassarsi facilmente.
  • Capelli mossi o ricci. Generalmente voluminosi, ma tendenti al crespo e ad alto rischio doppie punte.
  • Capelli colorati o decolorati. Sono porosi e tendenzialmente secchi, per tanto hanno bisogno di cure extra.

 

conosci_i_tuoi_capelli

 

  1. Ripensa il modo in cui ti lavi i capelli

Scegliere lo shampoo giusto è fondamentale. Per i capelli spessi e ricci meglio uno shampoo che idrata mentre pulisce. Capelli sottili e lisci desiderano uno shampoo delicato. Chi si colora regolarmente i capelli deve optare per un prodotto privo di solfati e siliconi: i primi scaricano il colore, mentre i secondi lasciano residui che possono opacizzarlo. Altra accortezza: è bene aspettare almeno 72 ore dopo la tintura dal parrucchiere prima di rifare lo shampoo a casa. Possono essere necessari infatti fino a tre giorni affinché la cuticola del capello si chiuda completamente, intrappolando le molecole di colore, lavarsi i capelli prima che la cuticola si sia chiusa significa rischiare di sbiadire il colore appena applicato.

 

lavarsi_i_capelli

 

  1. Condiziona nel modo giusto

Un buon conditioner, ovvero un buon balsamo, condiziona l’intera riuscita di una piega. Vale per qualsiasi tipo di capelli, ma particolarmente per quelli ricci. Questo tipo di capelli, molto strutturati, richiede un balsamo che aggiungerà umidità e forza, quindi proteine, ai fusti: per una maggiore efficacia si dovrebbe far penetrare il balsamo sfruttando il calore, applicandolo quindi mentre si fa la doccia e lasciandolo poi riposare, coprendo i capelli con una cuffia e magari amplificando la temperatura con il getto caldo dell’asciugacapelli.

 

 

Per assicurarsi che i capelli assorbano davvero il balsamo, l’ideale sarebbe applicarlo dopo averli tamponati con un asciugamano: se i capelli sono molto bagnati il conditioner non sarà in grado di penetrare nel fusto del capello e fornire quindi l’umidità necessaria per mantenere i capelli sani e lucenti.

Ultima accortezza: applicare il balsamo solo sulle lunghezze e sulle punte dei capelli, evitando le radici, scongiurerà il rischio di ritrovarsi con la cute unta nel giro di un giorno.

 

 

  1. Hai bisogno di coccole: maschere e oli.

Una maschera per capelli nutre il capello più in profondità di un balsamo: è un vero must have per chi nota di avere i capelli secchi, stopposi e danneggiati. Una volta al mese si può inserire nella propria routine per un’azione d’urto: applicare sui capelli una maschera e lasciarla agire per tutta la notte, risciacquare al mattino per capelli super lucidi, forti e sani.

Anche gli oli sono un ottimo alleato per chi ha capelli mossi o crespi. Idratanti e nutrienti promuovono la crescita e riparano le doppie punte. Si applicano sui capelli umidi e si lasciano in posa qualche ora per un impacco nutriente. Poche gocce sulla capigliatura asciutta, avendo cura di distribuire il prodotto da metà lunghezza e concentrandolo in particolare sulle punte, per idratare e lucidare.

 

maschere_e_oli_capelli

 

 

  1. Scopri l’acqua calda e quella fredda

La temperatura dell’acqua non è affatto un elemento da dare per scontato: l’acqua troppo calda può danneggiare il cuoio capelluto, mentre l’acqua troppo fredda potrebbe non essere efficace per pulire bene. L’ideale è iniziare il risciacquo dei capelli con acqua tiepida per aprire il cuoio capelluto ed eliminare lo sporco e terminare con un risciacquo con acqua fredda, che contribuirà a chiudere i pori e sigillare i fusti dei capelli, promuovendo la lucentezza.

 

acqua_calda_fredda

 

  1. Utilizza sempre la protezione

I capelli possono essere danneggiati da ogni fonte di calore: il sole d’estate e ovviamente phon, piastre, spazzole liscianti, bigodini caldi e tutti quegli strumenti per la messa in piega che vengono utilizzati durante tutto l’anno. Quando si asciugano i capelli è sempre bene utilizzare un termo protettore e ricordarsi di non tenere il phon troppo vicino alle lunghezze.

 

protezione_capelli

 

  1. Professionista della messa in piega

Una messa in piega dovrebbe durare almeno un paio di giorni, a seconda del tipo di capelli, e non mancano certo i prodotti in grado di “allungarne la vita”, tutto però inizia da una corretta ed efficace asciugatura. L’ideale è togliere l’umidità e asciugare almeno l’80% della capigliatura a testa in giù, avendo cura di muovere con la mano le ciocche in maniera tale da acquisire volume. Si termina l’operazione suddividendo la chioma in sezioni per procedere quindi a lavorarle con l’aiuto della spazzola rotonda, concentrandosi su lunghezze e punte. Il tocco finale, il finish, si dà con una passata di lacca o, per i capelli più secchi, di cera da metà lunghezza alle punte.

 

messa_in_piega

 

 

  1. Cento colpi di spazzola

Spazzolarsi i capelli è accuratamente è il primo step per avere capelli forti e sani. L’ideale è qualche colpo di spazzola al mattino e prima di andare a letto, per circa un minuto ogni volta. Non bisogna essere troppo aggressivi inoltre è meglio procedere “risalendo” la chioma: districate i nodi partendo da metà lunghezza per poi ripartire via via da un punto più alto.

 

spazzolare_i_capelli

 

 

  1. Best Friend Forever: lo shampoo secco

Se sei incline ai capelli grassi usa un po ‘di shampoo secco tra i lavaggi per assorbire l’olio in eccesso. Certo, non bisogna abusarne perché può causare accumuli sul cuoio capelluto. Una buona idea è anche quella di pensare in anticipo e prevedere le situazioni in cui i capelli potrebbero sporcarsi come ad esempio quando si fa sport: mentre ci si allena si traspira, il che significa che i capelli si bagnano di sudore. Ecco che allora prima di andare in palestra si possono bagnare i capelli e aggiungere un po’ di balsamo da metà lunghezze alle punte. Quindi basterà risciacquare il balsamo post allenamento i capelli risulteranno subito lucidi e idratati.

 

shampoo_secco

 

  1. Extra-bonus

Una dieta ricca di vitamine e uno stile di vita sano avranno benefici anche sui capelli. Via libera ad alimenti ricchi di acidi grassi omega-3, vitamine e protein: spinaci e broccoli, yogurt greco, uova, barbabietola rossa, noci e mandorle!

 

 

0 0 voti
Article Rating
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti