Amadeus
Amadeus_cover

Amadeus

 

La fatidica chiamata è arrivata lo scorso 2 agosto. «Ero in vacanza in Spagna,
mi squilla il cellulare, era l’amministratore delegato Rai, Fabrizio Salini che mi affidava
l’incarico di direttore artistico e conduttore del festival di Sanremo».

 

tratto da IperSoap Magazine n. 2 febbraio 2020  p. 40,  a cura di  Cloe D. Betti

 

 

 

Da quel giorno Amadeus, non si è mai fermato. «Me lo dicevano tutti, vedrai che quando arriverà sarà dirompente, ma finché non lo vivi non te ne rendi conto». E dirompente lo è stato, anche se ad aiutarlo in questi lunghi mesi di preparazione c’è sempre stato Fiorello, ha dato al direttore artistico il suo sì. «Fiore è un fratello, abbiamo cominciato insieme negli anni ’80, è stato il primo a dirmi che sarebbe venuto con me al festival. D’altronde era una promessa che ci facemmo a Milano, quando nessuno dei due avrebbe mai immaginato come sarebbe andata». Dopo il sì di Fiorello sono arrivate le difficoltà: la scelta degli otto giovani delle Nuove Proposte, dei ventidue Big in gara, del cast con cui condurre sul palco dell’Ariston, dei super ospiti italiani a internazionali.

 

Amadeus_

Una lavoro complesso, che Amadeus giura di aver vissuto senza ansia. «Io faccio la tv dei quiz e dei programmi musicali, una tv che deve arrivare a tutti, i miei non sono programmi di nicchia, il mio non sarà un Sanremo d’élite». Prima di arrivare a Sanremo ha condotto lo speciale del Bambino Gesù, quello di Telethon, il 31 dicembre ha di nuovo lanciato il countdown con il pubblico di Raiuno ne “L’anno che verrà” in diretta da Potenza, il 6 gennaio ha estratto i biglietti della Lotteria Italia, oltre a dare l’elenco dei ventidue Big in gara a Sanremo. Il tutto continuando con i “Soliti ignoti” ogni sera su Raiuno. Instancabile. «Non sono stanco, sono felice – confessa – Sanremo è un sogno che si realizza, lo affronto con la sindrome di Peter Pan. Ricordo perfettamente le prime volte che venivo qui, non avevo nemmeno il pass per entrare all’Ariston quando lavoravo per le radio. Ora sono qui da direttore artistico e conduttore, sono felice, ma non agitato. Me lo vivo con serenità, non ho paura, a 56 anni voglio godermi questo momento». Dopo i due anni di Claudio Baglioni e i tre di Carlo Conti, ora è finalmente il suo momento: in cinque giorni se ne possono andare in fumo mesi e mesi di lavoro, ma Amadeus è fiducioso, sostenuto sempre dalla moglie Giovanna, la sua vera forza. «È stata la persona che mi è stata vicino in quegli anni in cui veramente il telefono non squillava mai e lo è adesso che ricevo trecento messaggi al giorno. È sempre stata lucida e obiettiva, io sono più infantile, affronto le cose con un pizzico di incoscienza e con l’entusiasmo di un bambino in un parco divertimenti. Lei è la persona che mi sa dare i consigli giusti al momento giusto e quando non li ho ascoltati le cose sono andate male».

 

soliti_ignoti

Con lui sul palco ci sarà Tiziano Ferro, grandi ospiti come Roberto Benigni e due co-conduttrici per sera. Un Sanremo “affollato” «perché Sanremo è di tutti”, garantisce. Tra i ventidue Big ha messo un po’ di tutto, per accontentare i diversi gusti musicali del pubblico di Raiuno, ma la scelta dei nomi non è stata una passeggiata. «Essendo nuovo di Sanremo non volevo andare da un cantante e chiedere una canzone. I no mi fanno male – ammette – Un po’ come succedeva con le ragazze, il “rimaniamo amici” è una cosa che mi ha sempre fatto un male da morire». Ha aspettato e ha scelto ventidue brani, anche se volentieri avrebbe lasciato spazio ad altre dieci canzoni. «Sotto i ventidue non sarei
mai sceso, piuttosto mi sarei inchiodato al cavallo di Viale Mazzini – scherza il conduttore – Ne avrei portati anche trentadue, ma dubito che me l’avrebbero lasciato fare».
Non teme il confronto con chi l’ha preceduto. «Non sono preoccupato per chi è venuto prima di me, ognuno si cuce addosso il proprio Festival come un vestito. Pur essendo consapevole che cucirò addosso questo abito». Che quasi certamente sarà blu o nero. «Ecco questa per ora è l’unica cosa certa del festival», conclude.

 

0 0 vota
Article Rating
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti