Scambio casa per viaggiare

Scambio casa per viaggiare

di Virginia Torriani

 

La cosa più bella di una vacanza dovrebbe essere lasciarsi tutto alle spalle e fare cose inaspettate

A parlare così è Amanda, una delle protagoniste del film “L’ Amore non va in vacanza”, una commedia sentimentale interpretata da Cameron Diaz, Kate Winslet, Jude Law, Jack Black ed Eli Wallach. La trama mette al centro la storia di due donne tradite dai loro uomini, Iris (Kate Winslet) e Amanda (Cameron Diaz), che non si conoscono e vivono in continenti diversi, ma s’incontrano su internet e decidono di scambiarsi la casa per le vacanze con la speranza che un nuovo ambiente aiuti loro a lasciarsi alle spalle i problemi e magari anche a pareggiare i conti con l’amore.

Come per le due protagoniste del film anche per molti viaggiatori scambiarsi casa è un modo economico, confortevole e affascinante per organizzare le proprie vacanze.

Se in Italia il fenomeno è relativamente recente nel resto d’Europa in realtà è ben rodato: ha preso il via infatti negli anni ’50, quando un gruppo di insegnanti alla ricerca di un modo per fare delle lunghe vacanze a budget ridotto ha iniziato a sfruttare la propria rete di amici, situati in diversi Paesi, per viaggiare.

 

Allora i contatti avvenivano tramite lettera e quindi le possibilità di viaggiare in questo modo erano circoscritte al proprio entourage di conoscenze ed amicizie. Oggi tutto passa dalla rete e, grazie a specifici siti e portali dedicati a mettere in relazione perfetti sconosciuti con il comune interesse e obiettivo di viaggio, il bacino dei potenziali contatti è davvero sconfinato.

 

 

Viaggiare con lo scambio di casa però non fa per tutti.

Si tratta senz’altro di una soluzione a basso costo e di un ottimo modo per integrarsi nella vita di una comunità locale poiché l’ospitante spesso lascia informazioni privilegiate sull’area e introduce i nuovi arrivati a vicini o amici. Tuttavia alcuni viaggiatori non vogliono cucinare e pulire anche durante le proprie vacanze; altri si sentono a disagio ad avere degli estranei che vivono nelle loro case… E’ bene anche tenere presente che gli scambi di casa possono essere più o meno facili o difficili da organizzare in base all’ubicazione delle rispettive abitazioni. Non è probabile che qualcuno con un appartamento in una posizione centrale di una grande città faccia a cambio con qualcuno che risiede in una periferia di provincia. D’altra parte, se si vive in una destinazione popolare si avrà una più ampia varietà di offerte.

 

 

Occorre poi precisare che esistono diversi tipi di scambio casa. In uno scambio “tradizionale” si viaggia nello stesso periodo e quindi gli ospiti soggiornano nelle reciproche residenze allo stesso tempo. Ma si possono organizzare anche scambi “non simultanei”: gli ospiti in questo caso non devono preoccuparsi di coordinare le date e viaggiare allo stesso tempo, ma gli “ospitanti” si adattano a sistemazioni in seconde case o altre strutture a propria disposizione. Infine lo scambio di ospitalità, che consente di rimanere come ospiti nelle rispettive case principali. In ognuna di queste circostanze l’ospitalità è gratuita.

Se siete pronti a un’esperienza di questo tipo tutto ciò che dovete fare è affidarvi a un portale online che si occupa di favorire i contatti. I candidati ideali sono quelli con più flessibilità: di sicuro le vacanze organizzate con programmi di scambio casa non sono adatte a pianificazioni last minute e si configurano meglio per soggiorni medio-lunghi, da due/tre settimane fino a due mesi.

Vi verrà chiesto di descrivere abitazione, quartiere e città di residenza. Assicuratevi di fornire quante più informazioni possibili.

 

 

Uno degli aspetti che più frena a provare questa esperienza è la paura di lasciare la propria casa in cattive mani. In realtà la probabilità di trovare brutte sorprese è davvero bassa: i problemi più comuni derivano da diversi standard di pulizia. Per evitare incomprensioni è comunque meglio chiarire cosa ci si aspetta prima di accettare uno scambio. È anche una buona idea firmare un accordo scritto informale che delinei i termini. Il tuo ospite potrà utilizzare il tuo computer o il tuo telefono? L’auto di famiglia farà parte dell’accordo?

Il ruolo dei portali di scambio casa è puramente di contatto, mentre viene declinata ogni forma di responsabilità.

 


0 0 voti
Article Rating
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti