Le 5 capitali europee da non perdere
capitali_europee

Le 5 capitali europee da non perdere

di  Virginia Torriani

 

 

Archiviate le lunghe ferie estive è tempo di organizzare un weekend alla scoperta di una capitale europea. Raggiungibili con poche ore di volo, che se prenotato con anticipo può avere tariffe davvero vantaggiose, sono molte le attrazioni e le cose da fare e da vedere nelle grandi città del continente.

 

Ecco le 5 capitali europee da non perdere.

 

  1. Roma

La nostra capitale è senza dubbio tra le migliori 5 mete in cui trascorrere un weekend in autunno o in inverno. Tra i monumenti da non perdere naturalmente il Colosseo, il Pantheon, la Fontana di Trevi e i Musei Vaticani. La città offre poi molte opportunità e iniziative come mostre, spettacoli e concerti, oltre che numerose alternative per la vita notturna: dagli aperitivi nei locali centrali alle cene nei ristorantini di Trastevere fino ai cocktail bar a San Lorenzo.

 

roma

 

 

  1. Berlino

Berlino è una città in continua evoluzione, che da anni accoglie giovani e creativi provenienti da tutta Europa. Può essere a ragione considerata la capitale europea dell’arte contemporanea: vanta musei, gallerie d’arte e spazi espositivi dove è sempre possibile apprezzare mostre temporanee ed eventi. In particolare vale la pena esplorare il quartiere di Kreuzberg e i quartieri della periferia Est.

Accanto a monumenti come la Porta di Brandeburgo o il Castello di Charlottenburgh, è possibile ammirare i luoghi icona della capitale socialista e della riunificazione del 1990: Alexanderplatz, con la Torre della Televisione, e ancora Postdamer Platz e i tratti sopravvissuti del Muro che ha diviso in due la città.

 

 

berlino

 

 

  1. Lisbona

Lisbona, capitale del Portogallo, è la Città della Luce, arrampicata com’è su una serie di colline al cospetto dell’Atlantico. Si visita facilmente affidandosi ai caratteristici tram, con cui esplorare il dinamico quartiere del Barrio Alto o i vicoli dell’Alfama, il vecchio quartiere di pescatori e operai del porto oggi completamente riqualificato. Sempre a bordo dei tram vale la pena raggiungere il Castello e il panoramico Miradouro de Santa Luzia per godere di un panorama mozzafiato. Una sosta ai tavolini di un caffè tra le melodie del Fado, e un’altra di fronte a uno dei simboli della città, la torre di Belém, per gustare i deliziosi Pasteis de Nata della Confeitaria de Belém.

 

lisbona

 

 

  1. Budapest

La capitale dell’Ungheria si colloca a metà tra Oriente e Occidente, grazie all’avvicendarsi nei secoli passati di influenze turche, mongole e asburgiche. Budapest è un affascinante mix: dal Barocco austro-ungarico al neoclassicismo fino all’art-deco. La capitale ungherese, che sorge sulle rive del Danubio, vanta numerose attrazioni: il Castello di Buda, il Duomo di Santo Stefano, l’Isola Margherita meritano certo una visita. Gli amanti della musica classica non possono perdere un concerto allo splendido Teatro dell’Opera. Infine non può mancare una visita alle terme di tradizione secolare: dalle sontuose Terme Gellért, originali Art Nouveau, ai Bagni Rudas, che risalgono al Quattrocento e ricordano gli antichi bagni turchi.

 

budapest

 

 

  1. Tallin

Nell’incantevole fascino nordico del Golfo di Finlandia, Tallinn offre un mosaico culturale di tradizione danese, svedese, tedesca e russa. Gli avvicendamenti di questi popoli nel corso della storia si rivelano ancora oggi nelle preziose testimonianze di arti e costumi. La Città Vecchia, di epoca medioevale, è dominata da guglie e torrette, che fanno da contraltare ai grattacieli dei quartieri nuovi e dinamici.

 

tallin

 


0 0 voti
Article Rating
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti