Dolci e Vin brûlé
Condividi

 

Dolci e Vin brûlé

 

 

Lo street food delle Feste profuma di cannella e spezie da Nord a Sud in tutto il Paese. Ormai in ogni mercatino di Natale che si rispetti non manca l’offerta gastronomica del periodo: una bancarella di vin brûlé accanto a quella che offre dolci tipici.

Ecco le ricette più caratteristiche del cibo di strada natalizio.

 

1. Vin brûlé

Letteralmente significa vino bruciato ed è una deliziosa bevanda aromatica che si prepara con il vino rosso e diverse spezie, per essere gustata ben calda. E’ una ricetta tipica delle zone alpine e viene considerata oltre che una calda coccola anche un rimedio tonificante per i malanni di stagione.

Ingredienti:

1 l di Vino rosso corposo tipo Teroldego

100 g di Zucchero

1 Scorza di limone non trattato

1 Scorza d’arancia non trattata

2 Stecche di Cannella

8 Chiodi di garofano

5 Bacche di ginepro

1 Anice stellato

Noce moscata q.b.

Preparazione:

Preparate tutte le spezie che vi serviranno per la ricetta, quindi tagliate sottilmente la scorza del limone e dell’arancia, senza prelevare la parte bianca che renderebbe amara la preparazione.

In un tegame di acciaio dai bordi non troppo alti versate lo zucchero, unite le stecche di cannella, le bacche di ginepro, i chiodi di garofano e l’anice stellato. Aggiungete anche la scorza degli agrumi e in ultimo versate il vino rosso.

Ponete la pentola sul fuoco e portate lentamente a ebollizione: fate sobbollire a fiamma dolce per 5 minuti mescolando fino al completo scioglimento dello zucchero. A questo punto avvicinate una fiamma alla superficie del vino, potete usare un cannello oppure uno spiedino di legno, facendo molta attenzione a non scottarvi: l’alcool contenuto nel vino prenderà fuoco e dovrete lasciarlo fiammeggiare fino al completo spegnimento.

Quando il fuoco si sarà spento, filtrate il vin brûlé attraverso un colino a maglie fittissime e servitelo fumante.

 

vin_brule

 

2. Gaufre

Squisite cialde croccanti all’esterno e molto soffici all’interno. Si gustano da sole con una spolverata di zucchero a velo oppure accompagnate da panna montata, cacao, cioccolato fuso, frutti di bosco, sciroppi e marmellate.

Ingredienti:

300 g di Farina 00

75 g di Zucchero

250 ml di Latte intero

100 g di Burro

2 Uova

2 pizzichi di Sale fino

1 Baccello di vaniglia

10 g di Lievito in polvere per dolci

Zucchero a velo q.b.

Preparazione:

Iniziate mettendo le 2 uova in una ciotola grande, mescolate con un cucchiaio di legno aggiungete poi il latte e il burro fuso. Amalgamate bene e poi sempre rigirando aggiungete lo zucchero.

Incorporate quindi la farina, il lievito e il sale setacciandoli con un colino. Amalgamate bene gli ingredienti, aggiungete i semi della bacca di vaniglia, coprite l’impasto con una pellicola e lasciatelo riposare per una mezz’ora in frigorifero.

Riscaldate la cialdiera portandola alla temperatura più elevata e spennellatela bene con del burro fuso per evitare che l’impasto attacchi. Ponetevi un mestolo di impasto e spargetelo bene all’interno della cialdiera con l’aiuto di un cucchiaio. A questo punto chiudetela e fate cuocere la gaufre per circa 3-4 minuti, fino a quando avrà preso colore e sarà cotta all’interno.

La gaufre dovrà risultare leggermente croccante all’esterno ma soffice all’interno. Guarnite con una spolverizzata di zucchero a velo e servitele calde accompagnandole come preferite.

 

Gaufre_

 

3. Strauben

Queste frittelle dolci tipiche tirolesi hanno la forma di una chiocciola e generalmente vendono accompagnate con della marmellata di mirtilli rossi o con la frutta cotta.

Ingredienti:

3 Uova

250 ml di Latte intero

25 ml di Grappa

1 pizzico di Sale grosso

50 g di Zucchero

25 g di Burro

200 g di Farina 00

Olio di semi di arachide q.b.

Zucchero a velo q.b.

1 cucchiaio per strauben di confettura di mirtilli rossi

Preparazione:

Versate il latte in una ciotola capiente quindi aggiungete la farina setacciata e il sale, mescolando con una frusta per amalgamare gli ingredienti. Aggiungete al composto il burro fuso, il bicchierino di grappa e i 3 tuorli (tenete gli albumi da parte), continuando a mescolare.

Montate gli albumi a neve e, continuando a sbattere, aggiungete lo zucchero; versate gli albumi montati a neve nel composto di farina e uova  e amalgamateli delicatamente con una spatola o mestolo di legno, in modo da incorporare aria e non smontarli.

Mettete dell’abbondante olio (o dello strutto se preferite) in un padella del diametro di 25 cm, che porrete sul fuoco; l’olio deve essere ben caldo ma non troppo bollente (non deve superare i 170°), in modo che la pastella possa dorarsi ma non scurirsi immediatamente (a tale scopo immergete un piccolo quantitativo di impasto nell’olio per testare il giusto grado di calore).

Prendete un imbuto, tappate il foro con un cartoncino e quindi versate al suo interno un mestolo circa di pastella. Posizionatevi sopra la padella e togliete il cartoncino dall’imbuto per far fuoriuscire la pastella, che dovrete far colare nella padella in senso circolare cominciando dall’esterno e continuando verso il centro.

Non appena il dolce avrà assunto un colore dorato, afferratelo con due schiumarole e giratelo per dorare l’altro lato. A doratura avvenuta, sempre con l’aiuto delle schiumarole, togliete la strauben dall’olio, fatela sgocciolare e ponetela a perdere l’olio in eccesso su fogli di carta assorbente da cucina.

Trasferite la strauben su di un piatto da portata, cospargetela con dello zucchero a velo e ponete al centro del dolce un cucchiaio di  marmellata di mirtilli rossi. Servite immediatamente.

 

Strauben_

 

4. Churros

Sono dei dolcetti fritti tipici della Spagna, diffusi anche in Sudamerica, in particolare in Argentina. Si consumano intinti in una tazza di cioccolata calda oppure ripieni di dulce de leche.

Ingredienti:

120 g di Burro

125 g di Farina 00

2 Uova

20 g di Zucchero

250 ml di Acqua

1 pizzico di Sale fino

Olio di semi di arachide q.b.

Zucchero q.b.

Preparazione:

Accendete il fuoco e scaldate l’acqua in un pentolino dal fondo spesso; aggiungete lo zucchero e fatelo sciogliere mescolando con una spatola; aggiungete un pizzico di sale, unite il burro e mescolate ancora fino a quando si sarà sciolto.

A quel punto aggiungete la farina, rimestate continuamente il composto con una frusta per fare in modo che non si formino grumi. Lasciate cuocere a fuoco medio, mescolando fino a che sul fondo della pentola non si sarà formata una patina bianca. A quel punto spegnete il fuoco e lasciate intiepidire il composto all’interno della pentola stessa.

Quando si sarà raffreddato trasferitelo in una planetaria dotata di frusta per impastare. Azionate la frusta. Versate un uovo alla volta, aspettando che si assorba prima di aggiungere l’altro; quando avrete ottenuto una pasta lucida e morbida allora sarà pronta. Trasferite la massa in una sac-a-poche dotata di bocchetta a stella di media grandezza.

Per la frittura: in un pentolino dai bordi alti fate scaldare l’olio portandolo a una temperatura di 165°, controllando la temperatura con un termometro per alimenti. Quando l’olio sarà caldo, spremete l’impasto direttamente nel pentolino così da formare dei bastoncini della lunghezza di 10 cm circa, tagliando l’estremità con una forbice. Fate cuocere i churros 2-3 minuti rigirandoli in modo che si dorino perfettamente.

Quindi trasferiteli su un vassoio foderato con carta assorbente e cospargeteli di zucchero. Potete anche condirli con della cannella in polvere se preferite.

 

Churros_

 

5. Kaiserschmarren

Un dolce di origini austriche che non è una frittata e neppure una crepes, ma una delizia unica!

Ingredienti:

90 g di Farina 00

100 g di Latte intero

50 g di Zucchero

3 Uova medie

30 g di Rum

1 Baccello di vaniglia

1 pizzico di Sale fino

40 g di Burro

Zucchero a velo q.b.

Confettura di mirtilli rossi q.b.

Preparazione:

Versate in una ciotola la farina, i semini di una bacca di vaniglia, un pizzico di sale e il latte a filo, mescolando con una frusta. Quando avrete incorporato il latte, unite il rum, poi lo zucchero, infine le uova e continuate a mescolare il composto con una frusta a mano. L’impasto dovrà risultare omogeneo, sarà piuttosto liquido: assicuratevi che non ci siano grumi.

Prendete una padella in acciaio e fate sciogliere completamente il burro a fuoco dolce. Versate il composto in padella e cuocete per circa 3-4 minuti a fuoco medio-alto, coprendo con un coperchio. Quando la base si sarà cotta e colorata, potete dividere in 4 parti, in modo da girarle più facilmente e cuocerle dall’altro lato. Cuocete per altri 2-3 minuti, sempre con coperchio.

Passato questo tempo, potete rimuovere il coperchio e “strappare” con l’aiuto di due forchette in modo da ridurre il kaiserschmarren in pezzi grossolani ed irregolari. Lasciate saltare senza coperchio ancora per qualche istante, quindi cospargete con un cucchiaio di zucchero semolato, in modo da far caramellare. Coprite alcuni istanti con il coperchio, poi mescolate un’ultima volta e il kaiserschmarren è pronto.

 

Kaiserschmarren_

 

6. Buchteln

Dolcetti tirolesi a base di pasta lievitata ripieni di marmellata di albicocche. Si possono accompagnare con della salsa alla cannella o alla vaniglia.

Ingredienti:

25 g di Lievito di birra fresco

60 g di Zucchero

140 ml di Latte intero

2 Uova

1 Baccello di vaniglia

1 Scorza di limone

1 Pizzico di Sale fino

40 g di Burro

400 g di Farina 00

120 g di Marmellata di albicocche

40 g di Burro

Zucchero a velo q.b.

Preparazione:

In una piccola ciotola unite il latte tiepido, lo zucchero e il lievito di birra sbriciolato; mescolate fino allo scioglimento del lievito quindi ponete la ciotola in un posto caldo per circa 20 minuti e lasciate lievitare. Trascorso il tempo indicato versate il composto in una ciotola capiente contenente la farina, i semi della bacca di vaniglia, la scorza di limone (o arancia) grattugiata e il pizzico di sale; aggiungete il burro fuso, le uova sbattute e impastate bene gli ingredienti fino a formare una palla di pasta che lascerete riposare coperta per 30 minuti in un luogo tiepido.

Dopo mezz’ora prendete la pasta lievitata e stendetela su di una spianatoia fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di 1 cm. Con un tagliapasta circolare del diametro di 6-8 cm ricavate almeno 12 sagome circolari. Allargate leggermente le sagome di pasta con le dita e ponete al centro di ognuna di esse un cucchiaino di marmellata di albicocche, quindi richiudetele per bene portando i lembi laterali e poi quelli superiore e inferiore verso il centro fino ad ottenere una pallina.

Fondete il burro restante e spennellate completamente ogni pezzetto di dolce che riporrete con la chiusura verso il basso in una teglia imburrata. Disponete i dolci uno vicino all’altro fino all’esaurimento e lasciate lievitare per 30 minuti coprendo la teglia con un canovaccio pulito; se vi avanza del burro fuso versatelo uniformemente sui dolci nella teglia.

Infornate in forno già caldo a 180° per 30 minuti, dopodiché sfornate i buchteln, lasciateli intiepidire nella teglia e poi rovesciateli su di un vassoio scomponeteli e spolverizzateli con zucchero a velo, quindi serviteli ancora caldi.

 

Buchteln_

 


Condividi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments