In Finlandia il primo traghetto a guida autonoma

In Finlandia il primo traghetto a guida autonoma

di  Ugo Cirilli

 

Viaggiare a bordo di mezzi dalla guida completamente automatizzata: una prospettiva sempre più attuale, che spaventa alcune persone e ne fa sognare altre. Uno scenario che potrebbe diventare quotidiano in un futuro prossimo, visti i notevoli progressi della ricerca nel settore.

Se da molto tempo importanti aziende sperimentano vetture “driverless”, in grado di condurre autonomamente i passeggeri a destinazione, adesso è arrivato il momento della navigazione. Nel dicembre dello scorso anno, infatti, la prima nave completamente autonoma del mondo ha solcato le acque della Finlandia. Il traghetto, chiamato “Falco”, è nato da una collaborazione tra la Rolls Royce e la Finferries, la compagnia navale statale finlandese.

“Falco” ha condotto con successo i suoi 80 passeggeri in un itinerario tra le località di Parainen e Nauvo. Il viaggio di andata è avvenuto esclusivamente grazie alla guida automatica; nel tragitto di ritorno, invece, il natante è stato manovrato attraverso un controllo a distanza.

 

traghetto

 

L’avveniristica imbarcazione, infatti, può essere comandata anche da personale situato sulla terraferma, attraverso Internet e le comunicazioni satellitari: un fattore che potrebbe convincere anche i più scettici ad affidarsi a un mezzo così insolito.    La parte di viaggio “autonoma” ha comunque dimostrato la grande efficienza dei sistemi di bordo: “Falco” ha rilevato con precisione ogni ostacolo grazie ai suoi sofisticati sensori e all’ intelligenza artificiale. Tali tecnologie permettono ai computer di elaborare in tempo reale le immagini dell’ambiente circostante, impostando di conseguenza la traiettoria.

Durante la traversata, comunque, le immagini venivano inviate anche a un centro di controllo della Finferries, dove un operatore poteva monitorare la situazione per intervenire qualora se ne fosse presentata la necessità. La combinazione tra i ritrovati hi-tech e la supervisione umana ha quindi permesso di prevenire ogni inconveniente, aprendo nuove frontiere nel mondo della navigazione.

 

traghetto

Come affermato dal CEO di Finferries, Mats Rosin, l’obiettivo della collaborazione con Rolls Royce è proprio un aumento della sicurezza nel traffico navale. Di fronte a notizie come questa, viene proprio da pensare che il futuro sia già tra noi.

Quale sarà la prossima sorprendente innovazione nel settore?

 

 

 

 

 


0 0 voti
Article Rating
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti