Sciarpe e cappelli per l’inverno
sciarpa_cover

Sciarpe e cappelli per l’inverno

di  Virginia Torriani

 

 

Le temperature calano precipitosamente: coprirsi con indumenti caldi e confortevoli e accessori a prova di gelo diventa una necessità, ma non per questo si deve rinunciare allo stile. Anzi: sciarpe e cappelli sono tra i capi di grande tendenza per la stagione fall 2019/2020.

Le sciarpe must have dell’inverno sono maxi e super avvolgenti: si portano facendo due giri attorno al collo e lasciando le estremità sul petto, libere di svolazzare fino anche al ginocchio. Attenzione ai materiali, che con queste misure vogliono la loro parte: meglio scegliere lane preziose e filati naturali. Le sciarpe extra large devono essere realizzate con materie prime di altissima qualità. Spesso la lavorazione a maglia è enfatizzata per un effetto cocoon, quando la moda cioè, con le sue forme ampie e morbide, vuole sembrare un confortevole abbraccio.

 

sciarpa_maxi

 

La classica sciarpa corta da avvolgere con un solo giro attorno al collo per lasciare i capi liberi su un lato, uno di fronte, l’altro dietro la spalla, rivendica un ruolo di primissimo piano grazie a colori e fantasie. Su tutte quest’anno la fanno da padrone i motivi check: il tradizionale tartan scozzese, nei toni del rosso e del verde, ma anche quadri nelle tonalità del grigio e del beige, o, ancora, bianco e nero a contrasto in versione pied de poule.

 

sciarpa

 

Avvolge il collo e spesso scende anche fin sopra le spalle: è la sciarpa-stola in eco pelliccia. I colli si chiudono con graziosi fiocchi di passamaneria oppure  si incrociano passando un lembo della sciarpa all’interno di un’asola segreta, proteggendo così dal freddo e rinnovando al contempo i vecchi revers di un cappotto.

Le amanti dello stile vagamente vintage potranno invece optare, al posto della sciarpa, per mantelline e stole: riparano il collo e possono scendere a coprire fino a metà schiena, assicurando tepore e un tocco di stile.

L’allure un po’ retrò si ritrova anche nelle proposte dei cappelli.

I colbacchi in finta pelliccia tornano e assicurano un effetto zarina. Sono i copricapo perfetti per affrontare il freddo e si abbinano bene anche a piumini e a mise nel complesso sportive.

 

colbacco_

 

Look da giorno, di pioggia, anche per il bucket-hat, il cappello da pescatore, che ritorna in gran voga grazie anche alle tante fantasie disponibili. Le più gettonate sono in vinile: versione total – black, per un look comunque femminile, ma anche rosso o giallo per chi invece vuole stupire con la propria ironia. Stampe animalier o con logo per gli appassionati dei capi brandizzati.

 

bucket_hat

 

La sera il cappello deve completare la mise elegante: il fedora è il copricapo da diva per eccellenza.  Tesa larga, rigida o ondulata, si abbina a cappotti dal taglio sartoriale, collant e scarpe con il tacco.

 

fedora_

 

0 0 voti
Article Rating
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti