Borghi d’Italia
borghi_cover

Borghi d’Italia

 

di  Virginia Torriani

 

I fine settimana di autunno, ancora tiepidi, ma senza troppa gente in giro sono perfetti per andare alla scoperta di uno dei tanti meravigliosi borghi sparsi per il nostro Bel Paese.

Con il termine borgo si intende un piccolo centro abitato che vanta un numero limitato di abitanti e un patrimonio architettonico e naturale certificato dalla Sovrintendenza delle Belle Arti.

Ecco la top 5 dei borghi da vedere assolutamente in questa prossima stagione:

 

  1. Bellagio

Bellagio e la vicinissima Varenna, in Lombardia, sono due magnifiche perle affacciate sul celebre Lago di Como. Bellagio gode di una meravigliosa posizione sulla ramificazione del lago nei suoi bracci meridionali, con le Alpi visibili a nord. Oltre ad ammirare lo splendido panorama naturale, è possibile visitare i giardini di Villa Melzi, che vantano piante rare, aceri giapponesi, laghetti di ninfee e un suggestivo bosco di bambù. Nelle immediate vicinanze Varenna, paesino che sorge lungo il ramo di Lecco, dove è possibile passeggiare tra le strette viuzze e ammirare ville e dimore storiche affacciate sulle acque lacustri.

 

Bellagio_

 

  1. Bobbio

Bobbio è un delizioso piccolo borgo situato nel piacentino, nella Val Trebbia. Costruito con case in sasso, vanta una trama di viuzze strette lungo il corso del fiume Trebbia, che fu caro anche a Hemingway. Imperdibile una passeggiata sull’antichissimo ponte del Diavolo, celebre per essere stato teatro di una delle tre guerre puniche di Annibale. Poi Piazza Santa Fara e l’Abbazia di San Colombano, il Duomo con le sue due particolari torri di altezze differenti, e infine il Castello Malaspina – Dal Verme, che domina tutto il paese.

 

Bobbio

 

  1. San Gimignano

Situato nella provincia di Siena, in Toscana, è uno dei borghi medievali più rinomati al mondo. Riconosciuto Patrimonio dell’umanità Unesco, si caratterizza per le sue altissime torri – Torre Rognosa, Torre Lupi e Torre Grossa -, dall’alto delle quali è possibile godere dei magnifici panorami delle colline toscane e delle piazze principali del paese: Piazza Duomo e Piazza della Cisterna. Da non perdere anche una passeggiata lungo la cinta muraria che racchiude il paese e una gita alla Rocca di Montestaffoli, una fortezza a pianta pentagonale che domina l’intero borgo e la campagna circostante.

 

San-Gimignano_

@shutterstock

 

  1. Civita di Bagnoregio

Si tratta di un suggestivo borgo abbandonato in provincia di Viterbo, abitato stabilmente tutto l’anno da solo circa una dozzina di persone. Il suo fascino decadente lo rende talmente particolare da essere uno dei borghi più visitati d’Italia: il fatto che si può raggiungere solo a piedi attraversando un lungo ponte e la sua posizione magica, arroccato su uno sperone di roccia tufacea nel bel mezzo di una valle, lo rendono davvero unico al mondo.

Civita-di-Bagnoregio

 

  1. Locorotondo

Il borgo in provincia di Bari lascia a bocca aperta chiunque lo visiti per l’ordine delle viuzze e le caratteristiche case bianche con le cummerse, i tipici tetti aguzzi fatti di lastre calcaree, imbiancate e colorate qua e là di balconi fioriti. Un borgo a misura d’uomo tutto da scoprire a piedi.

 

Locorotondo

 

 


0 0 voti
Article Rating
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti