Acconciature raccolte
capelli_cover

Acconciature raccolte

di  Virginia Torriani

 

 

Chic, romantiche, ma anche funzionali e salva tempo: le acconciature raccolte per capelli possono assolvere a moltissime funzioni. Code, trecce o chignon oltre ad essere pettinature di tendenza sono infatti anche ottime soluzioni per camuffare una testa non proprio fresca di shampoo o, ancora, una valida alternativa alla piega tradizionale per affrontare tutte quelle giornate dal meteo incerto e ballerino.

Acquisendo un po’ di manualità, guardando qualche tutorial su internet e ricorrendo all’aiuto di validi prodotti per lo styling è possibile realizzare autonomamente molte delle acconciature più attuali.

A partire dal classico chignon, l’acconciatura per eccellenza delle ballerine, che da sempre è sinonimo di eleganza e raffinatezza. Ognuno ha la propria versione preferita: tirato e ordinatissimo oppure casual e spettinato ad arte, alto sulla testa o basso sulla nuca. Lo stile dipende dal gusto personale e dal tipo di chioma che Madre natura ha concesso. Chi ha i capelli fini e radi ad esempio dovrebbe evitare di tirate troppo le ciocche – tecnica che penalizza mettendo in risalto queste caratteristiche – e puntare invece su uno chignon morbido e basso da realizzare facendo prima una coda di cavallo sulla nuca, quindi arrotolandola e annodandola intorno all’attaccatura.

 

chignon_

 

Le amanti dello stile vintage potranno invece sbizzarrirsi con un raccolto a banana, enfatizzato da una leggera cotonatura alle radici. Per farlo bene bisogna dividere i capelli e dare volume alle ciocche, procedendo poi ad attorcigliarle e fissarle con delle apposite forcine e un’adeguata dose di lacca.

 

capelli_banana

 

Per delle moderne ragazze romantiche invece una pettinatura semplice ma d’effetto, che si realizza in soli 5 minuti, consiste in un raccolto basso a corona, fissato alla nuca semplicemente avvolgendo le ciocche dei capelli attorno a un cerchietto elastico.

Trecce e torchon sono tra gli hairstyle più desiderati della stagione. Vanno per la maggiore le “boxer braids”, le due trecce da pugile che partono dall’attaccatura dei capelli. Ma anche le trecce a lisca di pesce o la treccia laterale in stile hippie chic sono molto apprezzate. Infine la treccia a corona, che è di semplicissima realizzazione e consiste in realtà in due trecce basse fissate con delle forcine sopra alla fronte, andando a incorniciare il volto.

 

treccia_capelli

 

La coda alta è un evergreen: è estremamente facile da realizzare e regala anche slancio alla figura nel suo complesso. In alternativa c’è il semi raccolto: l’acconciatura prediletta degli anni ’90, che dona particolarmente a chi ha i capelli di media lunghezza, con o senza frangia.

 

coda_cavallo

 

Le variazioni sul tema infine si giocano molto anche sul fronte accessori: elastici colorati, mollette di perle o strass, clip e fermagli, cerchietti e applicazioni aiutano non solo a tenere a posto la pettinatura, ma sono anche una cifra del proprio stile, da abbinare al resto del proprio outfit.

 

accessori_capelli

0 0 voti
Article Rating
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti