Settimana bianca
Settimana bianca

Settimana bianca

di  Virginia Torriani

 

 

Febbraio e marzo sono i mesi perfetti per chi ama la neve: prezzi contenuti, giornate che si allungano e piste un po’ più libere per sciare in tranquillità.

Ecco la top 5 delle mete per la settimana bianca.

 

  1. Andalo, Trentino Alto-Adige 

E’ una delle mete italiane più apprezzate, soprattutto se si viaggia in famiglia e con bambini al seguito. La località trentina è un ottimo compromesso tra qualità e prezzo. Situato nell’altopiano della Paganella, Dolomiti del Brenta, il comprensorio sciistico di Andalo conta 33 km di piste per tutti i livelli di esperienza: dal livello principiante alle piste nere riservate agli sciatori più esperti. In paese si trovano diverse soluzioni di alloggio: sono tante le strutture alberghiere a 3 o 4 stelle, che spesso offrono pacchetti pensati per i più piccoli, con servizio baby sitting e scuole di sci.

 

andalo_

 

  1. Livigno, Lombardia

Situato in Alta Valtellina, nella regione lombarda, Livigno è una città frontaliera, posta al confine con la Svizzera. Il suo comprensorio sciistico vanta 115 chilometri di piste, 30 impianti di risalita, uno Snowpark e la possibilità di sciare in notturna il giovedì. Con piste adatte a qualsiasi livello (12 piste nere, 37 rosse e 29 blu) e la possibilità di fare fuoripista Livigno è una delle mete preferite dagli sciatori più appassionati, ma anche dagli amanti dello shopping e della movida: la cittadina porto franco offre boutique esclusive e club per ballare fino a notte fonda.

 

livigno

 

  1. Val d’Isere, Francia

Inaugurata nel 1930, la Val d’Isere è una delle stazioni sciistiche più famose al mondo con una conseguente grande offerta di strutture, eventi e attrazioni per il turismo invernale. Con 300 chilometri di piste, 99 impianti di risalita e 135 mila sciatori all’ora la Val d’Isere è considerata la Capitale dello Sci Alpino.

 

val_disere

 

  1. St. Moritz, Svizzera

Si tratta della più grande stazione sciistica di tutta l’Engadina: 162 Km di piste e 22 impianti di risalita che si estendono da Suvetta a St. Moritz e oltre fino a Celerina. La stagione sciistica va da novembre ad aprile e offre attrazioni e attività anche per i non appassionati dello sci alpino. Il paese è un piccolo centro del lusso: boutique, ristoranti e locali affacciati sul lago e abbracciati dalle montagne. Molti hotel sono collocati ai piedi delle piste e offrono spa e trattamenti cinque stelle.

 

st_moritz

 

  1. Ruka, Finlandia

A parte i comprensori sciistici sui ghiacciai, come Hintertux in Austria, che sono aperti quasi tutto l’anno, Ruka gode della stagione sciistica più lunga d’Europa. Le piste sono infatti aperte da novembre a maggio – alcuni anni fino a giugno -, vantando una stagione che dura almeno 200 giorni. È la più grande stazione sciistica della Lapland e i suoi tracciati sono adatti a qualsiasi livello: principiante, intermedio o avanzato. Altra particolarità: tra dicembre e la metà di aprile le piste sono aperte anche la sera, con un orario continuato dalla 7 alle 23. La meta ideale per sciatori instancabili, ma anche per chi vuole calarsi in atmosfere da favola: tra ottobre e febbraio è possibile infatti ammirare il suggestivo fenomeno dell’aurora boreale.

 

ruka_finlandia

 


0 0 vota
Article Rating
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti