Abbigliamento casalingo

Abbigliamento casalingo

di  Virginia Torriani

 

 

Abiti comodi, ma senza risultare trasandati. Quando si è a casa, la parola d’ordine dovrebbe essere relax, e ovviamente questo passa anche attraverso i vestiti che si indossano. Un abbigliamento confortevole non significa però per forza privo di stile.

Per altro mettere d’accordo comfort e moda non è affatto difficile: per un vestiario casalingo a prova di corriere, vicino impertinente ed ospiti a sorpresa basta seguire pochi semplici consigli.

 

  1. Asseconda il tuo ritmo

La prima indicazione è scegliere abiti per la casa capaci di assecondare ogni movimento: il tubino lo lasciamo per altre occasioni, meglio un leggins o un pantalone ampio, se lo si preferisce, ma va bene anche un abito a vestaglia o a grembiule se incontrano maggiormente il proprio gusto. L’importante è sentirsi liberi dentro il capo, in modo tale da potersi allungare e piegare senza resistenza o difficoltà mentre si svolgono le faccende di casa e poi distendersi sul divano non appena si ha bisogno di un minuto di riposo.

 

leggins_

 

  1. Alte performance e bassa manutenzione

Quando acquistate vestiti per stare in casa fate attenzione ai materiali. Meglio evitare i tessuti sintetici e privilegiare piuttosto le fibre naturali. Questo perché con questo tipo di capi si fanno molte e diverse attività: in casa si passa rapidamente da situazioni che richiedono anche un po’ di esercizio fisico ad altre di assoluto relax. Coprirsi con indumenti altamente traspiranti è quindi fondamentale. Attenzione anche alla facilità di manutenzione: i capi casalinghi devono essere a prova di macchia! Dal momento che vengono utilizzati per pulire e cucinare è bene che siano facilmente lavabili in lavatrice e non richiedano particolari cure e premure per tipo di prodotti e detergenti da utilizzare.

 

cotone_

 

  1. Non rinunciare allo stile

Ormai ogni grande brand di abbigliamento offre intere linee di capi, spesso a buon prezzo, per stare in casa. Vi basterà cercarli sotto la voce Home wear e vi si aprirà un mare di alternative: bando quindi al binomio casa – tuta , o peggio casa – pigiama tutto il giorno. Un paio di pantaloni come i leggins in cotone sono comodi quanto una tuta e si prestano a diversi abbinamenti: un maglione oversize per le giornate più fredde, una camicia lunga con sotto una t-shirt per quelle più tiepide in arrivo, ma anche abiti in cotone dal taglio ampio, a metà tra la maximaglia e il vestito. Outfit semplici, confortevoli e funzionali, che non richiedono di ripassare dal guardaroba in caso di una commissione imprevista.

 

vestito_

 

  1. Massima attenzione alle calzature

Non bisogna dimenticare che l’ambiente domestico può essere anche pieno di insidie: un tappeto in cui inciampare, una scala da cui cadere, un pavimento fresco di cera su cui scivolare… La scelta delle giuste calzature diventa quindi fondamentale: devono essere confortevoli sì, ma anche aderenti al piede. Le tanto amate ciabatte è meglio lasciarle ad uso esclusivo della sola zona notte, piuttosto optate per un paio di pantofole, ma se riservate al solo uso domestico – per questioni di igiene – anche in casa vanno benissimo ballerine e sneakers.

 

sneakers_

 

0 0 voti
Article Rating
Iscriviti
Notificami
guest
1 Comment
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti