I vestiti più strani mai indossati
vestiti_stranicover

I vestiti più strani mai indossati

 

di  Virginia Torriani

 

 

Notti degli Oscar, Met Gala, première e red carpet vari: ogni occasione mondana può essere il palcoscenico ideale per sorprendere e stupire se si è una di quelle celebrità dalla personalità eccentrica e stravagante. Madonna, Lady Gaga, Kim Kardashian, Sarah Jessica Parker… giusto per fare qualche nome noto. Moda, provocazione, voglia di farsi notare e di far parlare, ma anche di raccontare qualcosa di sé o magari di far riflettere su delicate tematiche sociali. Le motivazioni per vestirsi in modo strano possono essere diverse e più o meno nobili.

 

cappello_piume

 

Alcune star ad esempio devono avere evidentemente una sfrenata passione per l’ornitologia. Nel 1986 Cher si presentò alla cerimonia degli Oscar con un bizzarro copricapo ricoperto di piume abbinato a un top che lasciava la pancia in mostra e a un’elegantissima gonna di Bob Mackie; mentre nel 2001 fu Bjork a far parlare di sé per l’eccentrico vestito a forma di cigno disegnato dalla stilista macedone Marjan Pejoski.

 

vestito_cigno

 

Sempre agli Oscar, nel 1995, la costumista australiana Lizzy Gardiner – che vinse l’ambita statuetta come miglior costumista per il suo lavoro nel film “Priscilla, la regina del deserto” – si presentò con un vestito costituito interamente da carte oro della American Express.

Eccentrica anche la mise di Diane Keaton nel 2004, che sul red carpet degli Academy Awards sfoggiò un look completamente maschile. E se nel 2014 Pharrell Williams si presentò accompagnato da Helen Lasichanh, indossando uno smoking con dei pantaloncini corti, alla notte degli Oscar del 2019 l’attore Billy Porter indossò un outfit metà smoking e metà abito da sera.

Ma il tappeto rosso dove tutto è davvero possibile è quello del Met Gala. Indossare capi d’abbigliamento stravaganti e ultra-scenografici, che di norma si definirebbero eccessivi e di cattivo gusto, in questo caso è la norma: il party coincide infatti con il vernissage della mostra più attesa dell’anno, ospitata dal Costume Institute del Metropolitan Museum di New York.

Nella rassegna dei look più stravaganti non può non essere inserita ai primi posti Rihanna, che nel 2018 si presentò avvolta in un abito in stile papessa, firmato Maison Margiela.

 

vestito_papessa

 

Anche Katy Perry è più volta apparsa con delle mise sfacciatamente eccentriche – come l’abito lampadario dello scorso anno, il mini dress Versace con gigantesche ali d’angelo del 2018, o l’abito con led incorporati di Cute Circuit, indossato nel 2010.

 

lampadario_

 

Sarah Jessica Parker, solitamente considerata una vera e propria trend setter, si presentò nel 2015 in un abito H&M accompagnato da un voluminoso copricapo di ispirazione cinese firmato Philip Treacy.

Ma sull’ olimpo delle mise più scenografiche finora svetta indiscusso l’attore Billy Porter, che nel 2019 ha fatto il suo ingresso con un costume dorato, disteso su una lettiga trasportata da sei uomini, proprio come una vera divinità.

 

0 0 voti
Article Rating
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti