Piante da interni invernali che non hanno bisogno di grandi attenzioni
pianteinterni_cover

Piante da interni invernali che non hanno bisogno di grandi attenzioni

 

di  Virginia Torriani

 

Le piante in casa arredano, decorano ravvivando e donando carattere agli spazi e migliorano sensibilmente le condizioni dell’aria che respiriamo. Coltivare alcune varietà in vaso consente inoltre di trattenere l’umidità ed influenza positivamente l’umore di chi vive la casa. In assenza di uno spazio verde e di tempo da dedicare è bene però prestare molta attenzione alla scelta delle varietà più adatte a vivere al chiuso.

Ecco le 10 piante da appartamento più resistenti e meno impegnative.

 

  1. Bambù della fortuna

Il bambù della fortuna, Dracaena braunii, in realtà non è un vero e proprio bambù. La pianta appartiene alla famiglia delle Agavaceae, è originaria delle foreste pluviali tropicali e richiede pochissime attenzioni. E’ sufficiente irrigarla una volta alla settimana e posizionarla in un punto della casa luminoso, ma privo di luce solare diretta.  Bello da vedere e longevo, il bambù della fortuna si pensa che porti felicità e prosperità.

 

bambù_

 

  1. Beaucarnea recurvata

Conosciuta anche come “piede di elefante” o “mangiafumo”, la Beaucarnea recurvata è una pianta simile ad una palma. Sempreverde, richiede pochissima manutenzione: cresce lentamente e tollera la siccità.

 

Beaucarnea_

 

  1. Pothos

Una pianta d’appartamento molto utilizzata a scopo decorativo. Richiede un ambiente luminoso, ma non tollera l’esposizione diretta alla luce del sole. E’ molto resistente: riesce a sopportare il caldo afoso in estate e il freddo in inverno: l’importante è che la temperatura non scenda al di sotto dei tre gradi.

 

Pothos_

 

  1. Zamioculcas

Questa pianta tropicale semigrassa, originaria del sud-est asiatico, può crescere praticamente ovunque. Non ha bisogno di molta luminosità e in pratica si gestisce da sola: dalla forma particolare e con foglie folte e lucide risulta molto decorativa.

 

Zamioculcas_

 

  1. Schefflera

Una pianta arbustiva molto resistente e di semplice gestione tanto da essere estremamente comune negli uffici e nelle abitazioni; inoltre è molto decorativa grazie alle grandi dimensioni e al bellissimo fogliame. Non ama le correnti d’aria, preferisce gli ambienti luminosi ma senza esposizione diretta al sole.

 

Schefflera_

 

  1. Spathiphyllum

Pianta molto apprezzata sia per il suo fogliame che per i suoi fiori bianchi: non ha bisogno di molta luce e predilige gli ambienti umidi, ad esempio la stanza da bagno.

 

Spathiphyllum_

 

  1. Ficus lyrata

Bellissimo arbusto sempreverde che necessita unicamente di un ambiente luminoso. In vaso di solito si sviluppa con un unico fusto e grandi foglie che potrebbero, con il peso, assumere una lieve curvatura.

 

Ficus lyrata_

 

  1. Aspidistra

L’Aspidistra richiede pochissima luce per crescere ed è in grado di vivere in ambienti asciutti e caratterizzati da temperature variabili. Riesce a tollerare bene anche il freddo, mentre potrebbe risentire di temperature troppo calde. Molto importante, quindi, è fare attenzione alla scelta della sua collocazione.

 

Aspidistra_

 

  1. Filodendro

Questa pianta molto decorativa grazie alla crescita ricadente ha bisogno di molta luce e poca acqua. Non gradisce una diretta esposizione al sole e anche se amante della luce in genere tollera abbastanza bene l’ombra, anche se in condizioni prolungate di scarsa luce le foglie tenderanno a perdere le sfumature e a diventare più piccole.

 

Filodendro_

 

  1. Edera

Anche se l’edera è tipicamente coltivata all’aperto, è possibile trattarla come una vera e propria pianta d’appartamento dal momento che è davvero di facile manutenzione. Durante l’estate la temperatura ideale per la sua coltivazione si aggira intorno ai 15°C (al di sopra di queste temperature bisogna umidificare l’ambiente) e durante l’inverno intorno  ai 7°C.

 

edera_

 

5 1 vota
Article Rating
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti